Quattrocchi & Cattivelli

Favolescion
Il musical che è una favola

Compagnia "Gruppogicoteatro"
Roma
Curato da Mauro - Aggiornato: 20 febbraio 2006

La Compagnia ha messo in scena, per la prima volta, "Favolescion", ha realizzato, tra il 1994 ed il 1997, circa settanta repliche e vinto diversi premi (vedere sotto).

Il sito della Compagnia Gruppogiocoteatro.

Il sito del regista: Claudio Boccaccini.

Pagina per lo spettacolo "Favolescion" sul sito della Compagnia

Rappresentazioni:
18 aprile-15 maggio 1994 - Roma (Teatro dell'Orologio) [22 spettacoli]
24 giugno 1994 - Roma (Teatro Nazionale)
giugno 1994 - Fiumicino RM
4-8 settembre 1994 - Roma [3 spettacoli]
24 settembre 1994 - Cava de' Tirreni SA
22-23 luglio 1994 - Roma
2 ottobre 1994 - Roma
7-9 ottobre 1994 - Roma (Teatro dell'Orologio) [3 spettacoli]
2 dicembre 1994 - Roma
7 dicembre 1994 - Bolzano
8 dicembre 1994 - Egna BZ
9 dicembre 1994 - Novafeltria PU
9 dicembre 1994 - Bolzano
10-11 dicembre 1994 - Verona (Teatro Santa Teresa) [Rassegna "Teatro Aperto"]
16 dicembre 1994 - Novafeltria PU
27 dicembre 1994-10 gennaio 1995 - Roma (Teatro dell'Orologio) [11 spettacoli]
21 marzo 1995 - Rovereto TN [Sipario d'Oro - Rassegna Fabio Barbieri]
16 luglio 1995 - Castellana Grotte BA
2 agosto 1995 - Sciacca AG
24 settembre 1995 - Roma
3 ottobre 1995 - Pesaro (Teatro G. Rossini) [Festival Nazionale d'Arte Drammatica]
3 novembre 1995 - Verona [Premio "Giorgio Totola"]
4 novembre 1995 - Tezze VI
26 novembre 1995 - Macerata
16 marzo 1996 - Mori TN
20 marzo 1996 - Mezzolombardo TN
21 marzo 1996 - Pergine Valsugana TN
23 marzo 1996 - Ala TN
14 aprile 1996 - Roma ("Domenica ai Fori") [2 spettacoli]
6 luglio 1996 - Mantova
12 luglio 1996 - Montebelluna TV
13 luglio 1996 - Arzignano VI
18 ottobre 1996 - Trento
12 luglio 1997 - Gorizia



Brochure

Promemoria

Invito




personaggi e interpreti
Geppetto - Alberto Angelozzi
Lupo Cattivo - Fabrizio Apollonio
Cenerentola - Alessandra Arcidiacono
Pinocchio e Filippinator - Piero Brogi
Iva Compresa - Silvia Brogi
Bella Addormentata - Laura Cardinali
Re delle Favole - Roberto Galvano
Operatore - Maurizio Greco
Cappuccetto Rosso - Sabrina Iorio
Regina Cattiva - Beatrice Massetti
Biancaneve - Arianna Pietrangeli
Principe Azzurro - Andrea Pirolli
Il manager Massimo Utile - Luigi Romagnoli
Fata Turchina e Mamma Cappuccetto Rosso - Silvia Ugazio

Musiche - Massimiliano Pace

Regia - Claudio Boccaccini

Voci fuori campo - Claudio e Chiara Boccaccini
Scene - Massimo Nicotera
Costumi - Barbara Bruni
Aiuto regia - Gianluca Carbonelli
Insegnante di canto - Giovanna Formulari
Chitarra solista - Andrea Campisano
Luci e Fonica - Gianluca Carbonelli e Claudio Canfora
Direzione di scena - Gabriella Felici
Foto di scena - Alberto Martinangeli
Organizzazione - Orietta Zaccagni



SIPARIO D'ORO - PREMIO NAZIONALE DI TEATRO AMATORIALE
Diciottesima rassegna Fabio Barbieri
Rovereto Mori Ala Terragnolo Lizzana
28 febbraio - 26 marzo 1995

PROMESSA
Vince il premio FABRIZIO APOLLONI per la sua interpretazione del Lupo
in Favolescion del "Gruppogiocoteatro".
Motivazione: Il tradizionale Lupo delle fiabe, da sempre incubo e spavento della nostra infanzia, diventa uno straordinario pupazzo di peluche straripante di simpatia e vitalità: balla, canta, gioca e rivisita il suo personaggio in una chiave musicale ricca di vocalità e di ritmo, reinterpreta l'amato-odiato Lupo di Cappuccetto Rosso con quel tanto di poesia e di ironia da renderlo protagonistadella storia. La sua interpretazione è un gioco misurato tra parole, musica e gesto e ci restituisce la suggestione e il fascino di un'antica fiaba raccontata nel nostro tempo.

MIGLIORE ATTRICE EX EQUO
Vince il premio ALESSANDRA ARCIDIACONO per la sua interpretazione di Cenerentola
in Favolescion del "Gruppogiocoteatro".
Motivazione: Per aver dato a un personaggio tanto mitico e amato della nostra infanzia una caratura interpretativa ed espressiva in perfetto equilibrio tra ironia e poesia, tra dissacrazione e tradizione, in totale armonia con il tema dello spettacolo costruito sul dramma della scomparsa della fantasia. Vivace, infantile, sbarazzina, ingenua incarna con notevole spessore la contraddizione del nostro tempo aggredito da messaggi mistificanti ed espropriato nei suoi valori più tradizionali. Cenerentola riesce a trasmetterci ancora, pur affasdcinata da storie lacrimose e telenovelas, il sogno di una delle fiabe più amate.

PREMIO SPECIALE DELLA GIURIA
Vince il premio il "Gruppogiocoteatro" con Favolescion
Motivazione: Per l'originalità della proposta che coniuga una vivace partutura musicale di sapore popolare con "verbigerazioni" e ironiche rivisitazioni fiabesche alla maniera di Stefano Benni. Colpisce soprattutto l'invenzione di un teatro musicale povero, essenziale, che sbeffeggia il linguaggio asettico della televisione e dà vita a un impasto drammaturgico i cui frammenti narrativi, temi e figure delle favole classiche si intrecciano con ritmi e memorie sonore dell'immaginario popolare.

PREMIO DEL PUBBLICO
Con 9,30 punti vince il premio il "Gruppogiocoteatro" con Favolescion
di Paolo Quattrocchi e Mauro Cattivelli.


48° FESTIVAL NAZIONALE D'ARTE DRAMMATICA DI PESARO
Città di Pesaro - Teatro Comunale "G. Rossini"
23 settembre - 8 ottobre 1995

PRIMO PREMIO (LA ROSA DI PESARO)
Al "Gruppogiocoteatro" di Roma con l'opera Favolescion
di Paolo Quattrocchi e Mauro Cattivelli.
Motivazione: Dal microcosmo del mondo delle favole alla realtà, apparentemente il passo è lungo, ma Giocoteatro è riuscito sorridendo a farcelo percorrere tutto e a farci comprendere le ragioni dei bambini, di quei bambini che diventeranno uomini come noi. Il tempismo accurato, il ritmo giocoso, la voce fuori campo, l'interpretazione ad un tempo corale ed individualizzata sono gli elementi portanti di uno spettacolo divertente, intelligente e impegnato, che ci riconcilia con noi stessi, con il nostro passato e ci offre una speranza per il futuro.

RICONOSCIMENTO DEL FESTIVAL PER LA MIGLIORE ATTRICE
A ALESSANDRA ARCIDIACONO del "Gruppogiocoteatro"
Motivazione: Per aver offerto, ne ruolo di Cenerentola in Favolescion, un'interpretazione frizzante, dalla mille sfaccettature, con mimica irresistibile e grande duttilità vocale.

RICONOSCIMENTO "MARIO FEDERICI"
PER IL MIGLIOR TESTO DI AUTORE ITALIANO CONTEMPORANEO

Al "Gruppogiocoteatro" che ha rappresentato Favolescion
di Paolo Quattrocchi e Mauro Cattivelli
Motivazione: Per aver offerto al pubblico del Festival, che lo ha particolarmente gradito Favolescion, una riflessione dolce-amara sul mondo contemporaneo ossessionato dal mezzo televisivo che potrebbe distruggere, se non opportunamente combattuto, la nostra infanzia, il nostro futuro e tutti i nostri sogni.


PREMIO "GIORGIO TOTOLA"
Verona - Novembre 1995

SEGNALAZIONE DELLA GIURIA PER IL TESTO
Pur non essendo prevista una premiazione all'autore si è ritenuto opportuno segnalare Quattrocchi e Cattivelli per il testo Favolescion.



"Ottimo esordio al Teatro dell’Orologio del musical "Favolescion" di Quattrocchi e Cattivelli. Ottima la prova dell’intero cast, a cominciare da Biancaneve (Arianna Pietrangeli) e il Principe Azzurro (Andrea Pirolli), simpaticamente rosi da reciproca gelosia; per proseguire con Cenerentola (Alessandra Arcidiacono), deliziosa, con Pinocchio (Piero Brogi) e Geppetto (Alberto Angelozzi) e tutti gli altri». (Pasquale Avino, Il Giornale d’Italia)

"Un pubblico giovanissimo ha sottolineato con una marea di applausi il proprio gradimento per la rappresentazione del Gruppogiocoteatro al Rossini. "Favolescion", scegliendo la dimensione del musical, offre un esempio di capacità interpretativa totale, attraverso una coralità affiatata e coloratissima. Tutta la scena è poggiata sulla bravura degli attori, tra cui spicca il magistrale personaggio di Cenerentola (Alessandra Arcidiacono), una figurina esile ma dalla smisurata energia: la sua mimica incredibile e la sua eccezionale carica hanno strappato gli applausi più convinti al pubblico. “Favolescion”, nata con l’intento di segnalare il rischio più grosso del nostro tempo - la perdita della fantasia e dell’immaginazione - ha il pregio di recuperare con moderna spigliatezza tanti straordinari personaggi: da Geppetto a Pinocchio (strepitose le battute in toscano tra Alberto Angelozzi e Piero Brogi), dal Lupo Cattivo (un simpatico Fabrizio Apolloni) a Biancaneve (una civettuola Adriana Pietrangeli). Mescolando le favole sul palco ha preso vita uno spettacolo che ha regalato allegria e creatività". (Elisabetta Ferri, il Resto del Carlino)

"Colpisce, in primo luogo, la regia di Claudio Boccaccini che trova negli assolo le sue espressioni migliori. I personaggi sono stati tutti ben caratterizzati grazie ad attori del calibro di Beatrice Massetti, a metà strada tra Liz Taylor e Marisa Merlini, o Silvia Brogi, convincente e versatile nei panni di Iva Compresa. Si è poi visto un simpaticissimo Fabrizio Apolloni sotto la pelliccia del lupo cattivo e, davvero straordinaria per presenza scenica, consapevolezza del personaggio, gestualità, intonazione, Alessandra Arcidiacono nel ruolo di una indimenticabile Cenerentola". (Gianni Petterlini, la Cronaca di Verona e della provincia)

"Nel mondo delle favole ci sono quasi tutti: una bravissima Cenerentola (Alessandra Arcidiacono), Pinocchio (Piero Brogi) e Geppetto (Alberto Angelozzi), il lupo cattivo (Fabrizio Apolloni), la regina cattiva (Beatrice Massetti) e tanti altri. In questo equilibrio fantastico approdano dal mondo degli uomini Iva Compresa (Silvia Brogi) e Massimo Utile, yuppie dall’inconfondibile cadenza (Luigi Romagnoli) che con la scusa di salvare le favole, le assoggettano alle leggi terrestri... Una favola moderna, un testo che, attraverso una parola semplice ma piena di doppi sensi, arriva a toccare temi sociali. Una storia che affascina anche i grandi". (Alessandra Di Tommaso, L’informazione)